Azienda

AZIENDAESTERNILAVORAZIONIMATERIALIDESIGNDESIGNARTE FUNERARIA

LAVORAZIONI

TAGLIO

Operazione eseguita con fresa a ponte che permette di ottenere le forme desiderate dalle lastre.

BISELLATURA

Operazione di finitura con cui si eseguono smussi sui bordi di lastre rifilate al fine di prevenire scheggiature in fase di posa in opera.

LAVORAZIONE DELLE COSTE:

Lavorazione-coste

FINITURA DELLE SUPERFICI

Oggi più che mai la superficie del materiale risponde alla ricerca di nuove qualità sensoriali, visive e tattili.
È dunque sempre più difficile parlare di materiali lapidei senza fare riferimento ad una specifica lavorazione. Così, mentre i produttori di ceramica cercano di imitare fedelmente la suggestione naturale delle pietre e dei marmi, si sperimentano nuove finiture che producono nell’osservatore una stimolazione sensoriale che solo questo materiale sa regalare.

Levigato e Lucidato

Queste lavorazioni si eseguono in sequenza per eliminare le irregolarità della superficie e ottenere la finitura liscia o lucida.
Quest’ultima è forse la finitura più diffusa, che accentua le qualità cromatiche e rende la superficie perfettamente riflettente.
La lucidatura dei marmi è un processo chimico ottenuto con utensili abrasivi e acidi, che reagiscono formando una patina superficiale, prodotto dell’interazione tra i reagenti e il materiale stesso.
I graniti vengono lucidati con un processo meccanico che utilizza abrasivi a grana progressivamente più fine.

Bocciardato

Tra le più antiche lavorazioni ad urto, la bocciardatura esalta la tessitura del materiale, cui conferisce un aspetto rustico, scolpito e in rilievo.
A livello cromatico la bocciardatura tende ad annullare difformità e variazioni. Eseguibile su molti tipi di roccia, si presta per realizzare manufatti esterni, come scale, cordoli, pavimentazioni, grazie anche alla ridotta scivolosità delle superfici di calpestio.

Spuntato a mano

Conferisce alla superficie un aspetto scolpito simile a quello della bocciardatura ma più irregolare, ottenuto agendo sulla tessitura del materiale per mezzo dell’azione d’urto di utensili manuali. La spuntatura a mano prevede dunque una percussione che permette l’asportazione di materia.

Spazzolato

Lo spazzolato, che alcuni chiamano anche effetto “seta”, si ottiene con apposite spazzole montate sulla linea di levigatura e conferisce al materiale una tessitura opaca, leggermente ondulata, con un effetto buccia di arancio. Estremamente compatta e piacevole al tatto è impiegata con successo soprattutto nei piani cucina.

Sabbiato

La sabbiatura conferisce alla materia un aspetto molto piacevole, in alcuni casi quasi “vellutato” al tatto e privo di asperità. È un trattamento aggressivo, finora molto diffuso nel campo del restauro per asportare la patina dai rivestimenti lapidei anneriti dall’attacco degli agenti atmosferici e dall’inquinamento.

Anticato

L’anticatura è un tipo di finitura “rustica” molto apprezzato che riproduce un preciso effetto estetico. L’irregolarità dei bordi e delle superfici rimanda all’azione del tempo, al consumo provocato dall’uso.

A spacco

Superfici irregolari, rugose, a rilievo variabile si ottengono dalla rottura meccanica delle lastre che ne rende visibile la superficie naturale, poiché ne sfrutta l’intrinseca facilità alla fenditura secondo una certa direzione.

Rigato

La luce laterale o radente è la migliore condizione per apprezzare la successione di solchi affiancati, eseguiti a mezzo di dischi diamantati o di un’ampia gamma di utensili a profilo variabile. Impiegata soprattutto per le pavimentazioni esterne, la rigatura è particolarmente indicata per i materiali di tonalità uniforme e dalla grana.

Fiammato

Trattamento termico della superficie lapidea che viene investita da un getto ad altissima temperatura da cui si ottiene una tessitura scabra, in leggero rilievo.
Il trattamento termico procura alla superficie un forte shock ed è applicabile con buoni risultati su tutti i graniti e su alcune pietre, su cui la temperatura e la forte velocità del flusso dal cannello provocano disgiunzioni, sollevamenti e distacchi di cristalli.

Apri galleria
  • Finitura a spacco

  • Sabbiatura

  • Spuntatura

  • Rigatura

  • Spazzolatura

  • Lucidatura

  • Levigatura

  • Fiammatura